• La 'ndrangheta è forte e unita: la sentenza storica

    Farà la storia, non è e non potrà mai essere un semplice processo penale. E’ il maxiprocesso calabrese che, al pari di quello palermitano del 1992, entra di diritto nei più importanti processi contro le mafie italiane. E’ il processo Crimine. Si è concluso il 17 giugno 2016 ma soltanto il 30 dicembre la Corte di Cassazione ha depositato la […]

  • Scacco al Re(ttore)

    Quello che doveva essere un incontro-dibattito sul futuro dell’Università della Calabria si è trasformato ben presto in un’assemblea. Assemblea tanto partecipata da costringere professori, studenti, ricercatori e PTA a spostarsi, in corteo, nella consolidata 29B, nemmeno questa grande abbastanza per garantire una sedia a tutti i partecipanti. L’incontro si è concluso con una richiesta chiara: […]

  • 5 domande al prof. Antonio Nicaso

    Per chi non lo conoscesse il professore Antonio Nicaso è un saggista e docente universitario calabrese. Nasce a Caulonia, nella Locride, nel 1964. Da storico delle organizzazioni criminali è uno dei maggiori esperti di ‘ndrangheta nel mondo. Da Fratelli di sangue a Padrini e padroni passando per La giustizia è una cosa seria, La malapianta e tanti […]

  • "Mai più"

    Viaggio in treno frequentemente da circa sette anni. Ho frequentato per cinque anni il liceo scientifico Zaleuco a Locri e quasi ogni giorno tornavo a casa, a Bovalino, in treno. Viaggio in macchina soltanto quando è strettamente necessario, quando mi è possibile invece non ho nessun problema a viaggiare sui mezzi pubblici. Anzi mi piace. […]

  • Per la storia e per quei colori

    Scrivere di una cosa che hai visto nascere, crescere, combattere, vincere e infine morire non è facile, semplicemente perché non riusciresti mai, anche qualora tu lo voglia, a scrivere in modo oggettivo. Scriverai spinto esclusivamente dalle emozioni che quella cosa che senti un pochino tua ti ha fatto vivere. Ti leggerà anche chi quelle emozioni […]

  • Elezioni Unical: vincitori&vinti [TUTTI I DATI UFFICIALI]

    Dopo una campagna elettorale tesa e nervosa, a tratti degna della peggior politica degli adulti, dopo l’antipatico lavorio dei candidati davanti ai seggi che spasmodicamente distribuivano santini e annotavano sulle loro inseparabili agendine chi aveva onorato la promessa e chi ancora non l’aveva fatto, giovedì 19 maggio alle ore 14 si sono chiuse le operazioni […]