Scioglimento Consiglio Comunale di Marina di Gioiosa Ionica, ecco perché il Tar ha respinto il ricorso


Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio si è pronunciato sullo scioglimento del Consiglio Comunale di Marina di Gioiosa Ionica.
Il ricorso presentato dall’allora presidente del Consiglio Comunale, dall’allora vicesindaco e dagli ex componenti, assessori o consiglieri di maggioranza, dell’amministrazione comunale che si era insediata a seguito delle elezioni amministrative dell’aprile del 2008, è stato respinto.
(altro…)

‘Ndrangheta&massoneria, c’è anche la Locride


Si è concluso il lavoro della Commissione Antimafia presieduta dall’onorevole Rosy Bindi sul filone d’inchiesta dedicato ai rapporti tra mafia e massoneria. Il lungo e travagliato lavoro della Commissione – che ha audito, tra gli altri, quattro gran maestri, magistrati, collaboratori di giustizia e che ha deliberato l’acquisizione degli elenchi degli iscritti attraverso gli strumenti del sequestro e della perquisizione (cosa che è avvenuta tra mille polemiche) – ha partorito una relazione sull’attività svolta.
(altro…)

A Locri non è successo niente

immagine: lentelocale.it

Nelle piazze e nei bar Locri ha avuto voglia di discutere, commentare, parlare e sparlare di quanto accaduto il 4 luglio 2017 quando l’ennesima operazione della Direzione Distrettuale Antimafia ha dato il buongiorno ai cittadini della Locride e anche e soprattutto alla città capofila, Locri.
In manette, quella mattina, son finite 116 persone tra cui esponenti di spicco delle famiglie di ‘ndrangheta di Locri. Nella maxi inchiesta dei magistrati reggini, che registra ben 291 indagati, spunta anche il nome di un ex consigliere comunale di minoranza di Locri, l’avv. Pino Mammoliti, indagato. (altro…)

Cosa ha detto il sindaco di Bovalino in Commissione Antimafia

il sindaco di Bovalino in Commissione Antimafia

A sette anni dalle ultime elezioni – che avevano visto affermarsi la lista capeggiata dall’ex sindaco Tommaso Mittiga – e dopo lo scioglimento per condizionamenti mafiosi, l’11 giugno il popolo bovalinese si è espresso in modo chiaro a favore della lista civica Agave. I 1929 voti raccolti da Agave, contro i 1441 della lista Impegno e Trasparenza e i 1394 della lista Nuova Calabria, hanno permesso all’amministrazione guidata dall’avv. Vincenzo Maesano di avere un’ampia maggioranza in Consiglio Comunale, 8 consiglieri di maggioranza contro i 4 di opposizione.
Tante erano state le polemiche durante la campagna elettorale quando, alla vigilia delle elezioni, la Commissione Antimafia aveva affermato che a Bovalino, solo 16 candidati su 36 non hanno avuto vicissitudini con la giustizia

Ieri, mercoledì 26 luglio, il sindaco di Bovalino avv. Vincenzo Maesano è stato ascoltato dalla Commissione Antimafia.
(altro…)

21 anni fa la rivolta di Locri. Ma dietro c’erano i clan?

Metà luglio del 1996. Il ministro dell’Interno è Giorgio Napolitano e il dibattito politico italiano è concentrato sulla riduzione delle scorte ai pm, in particolare ai magistrati protagonisti di Mani Pulite. Nella già accesa discussione si inserirono i tragici fatti di Locri e la città si trovò all’improvviso, come successe altre volte da lì in avanti, al centro della cronaca nazionale.
(altro…)

‘Ndrangheta: cosa dice la Relazione Annuale della DNA


E’ stata presentata e pubblicata la Relazione annuale sulle attività svolte dal Procuratore nazionale e dalla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo.

Le 968 pagine, che mettono nero su bianco lo stato di salute delle organizzazioni criminali italiane ed estere nel periodo di riferimento che va dal 1° luglio 2015 al 30 giugno 2016, disegnano un quadro preoccupante soprattutto per quanto riguarda la ‘ndrangheta, «presente in tutti i settori nevralgici della politica, dell’amministrazione pubblica e dell’economia».
(altro…)

Unical: la lezione di Nicola Gratteri


Arriva sotto l’Aula Caldora, alla guida e da solo – come al solito la scorta è dietro, in un’altra macchina – alle 14.30, un’ora prima dell’inizio dell’incontro-dibattito organizzato dal Rotaract Club di Rende e dall’associazione studentesca AS.S.I.
Se c’è una qualità che al procuratore Nicola Gratteri sicuramente non manca, questa è la puntualità. E chi lo segue lo sa.
(altro…)

Il folle impegnato

Peppino Impastato

Oggi 9 maggio, che è il giorno in cui tutta Italia ricorda la morte dell’on. Aldo Moro, ucciso dalle Brigate Rosse, il cui corpo veniva trovato 39 anni fa in via Caetani, come gli altri anni, proverò fastidio quando noterò che quasi tutti conoscono Aldo Moro e in pochi conoscono la storia di Peppino Impastato.
Mi darà fastidio accorgermi che molti ragazzi non sanno minimamente chi sia.
Non sopporto la loro indifferenza.
(altro…)