Ho bisogno di voi

E’ una scelta: né pubblicità né sponsor.
Ma per tenere in vita il blog ho bisogno di voi!

Il blog è nato il 1° aprile 2016.
Da aprile a novembre il blog “provvisorio” si è appoggiato alla piattaforma WordPress. Circa 15 mila visualizzazioni in poco meno di 8 mesi.
A novembre dello stesso anno il blog “si è messo in proprio”. Così ho comprato il dominio e l’hosting (spazio necessario per pubblicare una o più pagine Internet).
Un costo iniziale relativamente basso.
Non solo soldi, ma anche tempo, tanto tempo. Tempo che – nel limite del possibile e sempre tenendo in considerazione l’obiettivo primario che è lo studio, l’Università – ho sacrificato per “curare” questo spazio digitale.

Ho scritto di Università e di Locride, di politica e di ‘cose di mafia’, giusto per riprendere il nome della sezione presente nel menu del sito.
Un blog che era nato per raccogliere i pensieri e le esperienze personali è diventato, nel mio piccolo, uno spazio di informazione.

Da novembre a oggi 27.788 utenti, 32.396 sessioni e 37.949 visualizzazioni di pagina. Numeri che ormai crescono in modo costante di 200 unità al giorno. Decine di migliaia le persone che ho raggiunto con la pagina Facebook.

Ho ricevuto feedback positivi e feedback negativi. Non pochi i messaggi privati, le segnalazioni, gli aiuti, i commenti, i ringraziamenti.
Ma ciò che ho visto sempre – soprattutto quando vi ho informato circa le scelte politiche e amministrative dei nostri piccoli centri locridei – è stata la vostra partecipazione.
Una partecipazione sinceramente inaspettata, segno che non tutto è perduto.
I cittadini non vogliono essere tenuti all’oscuro di ciò che succede “nel Palazzo”. Vogliono informarsi ed essere informati, vogliono conoscere e soprattutto partecipare. E internet – e perché no, anche i social network – hanno aiutato i cittadini in quel percorso di partecipazione che è condizione necessaria per una democrazia che funziona. Anche e soprattutto nella realtà politica-amministrativa più vicina alle famiglie, che è il Comune.

Avrei potuto inserire la pubblicità, avrei potuto “fregarvi” con titoli che non c’entrano niente col contenuto del post per guadagnare qualche centesimo per ogni clic. Oppure avrei potuto trovare uno sponsor, un’attività commerciale che mi permettesse di “sopravvivere”. E magari avrei dovuto evitare di scrivere di questo o di quell’altro perché altrimenti niente più sponsor. Non l’ho fatto e mai lo farò, preferisco chiudere.
Il sito http://www.vincenzolagana.com non ha generato ricavi. E anche se l’avesse fatto (sempre rispettando chi legge, però) non ci sarebbe stato niente di male, anzi.
Ho speso (tempo e soldi) ma non ho mai guadagnato.

Il 3 novembre 2017 scadrà l’abbonamento hosting e Siteground (l’azienda che offre questo servizio) ha praticamente triplicato il costo dell’abbonamento annuale.
Non è una cifra altissima, ma per uno studente universitario non è poco.
E poi non me l’ha mica ordinato il medico! L’eventuale chiusura del sito non sarebbe un dramma.

Sono sufficienti 120 persone. 1 euro, un caffè a testa.
Micro-donazioni, dal basso. Per essere libero, per non rispondere mai a nessuno.

 

Tieni in vita il blog. Entro il 1° novembre, fai una donazione.


📣Iscriviti al canale Telegram: clicca qui!
📣Segui il blog su Facebook: clicca qui!

💳 Fai una donazione: clicca qui!