Cosa ha detto il sindaco di Bovalino in Commissione Antimafia

A sette anni dalle ultime elezioni – che avevano visto affermarsi la lista capeggiata dall’ex sindaco Tommaso Mittiga – e dopo lo scioglimento per condizionamenti mafiosi, l’11 giugno il popolo bovalinese si è espresso in modo chiaro a favore della lista civica Agave. I 1929 voti raccolti da Agave, contro i 1441 della lista Impegno e Trasparenza e i 1394 della lista Nuova Calabria, hanno permesso all’amministrazione guidata dall’avv. Vincenzo Maesano di avere un’ampia maggioranza in Consiglio Comunale, 8 consiglieri di maggioranza contro i 4 di opposizione.
Tante erano state le polemiche durante la campagna elettorale quando, alla vigilia delle elezioni, la Commissione Antimafia aveva affermato che a Bovalino, solo 16 candidati su 36 non hanno avuto vicissitudini con la giustizia

Ieri, mercoledì 26 luglio, il sindaco di Bovalino avv. Vincenzo Maesano è stato ascoltato dalla Commissione Antimafia.

«Questa audizione mi permette di fare chiarezza e di trasmettere tranquillità sia allo Stato sia ai miei cittadini». Inizia così l’audizione del sindaco di Bovalino.

«Quali sono le criticità che ritiene da affrontare?» chiede l’on. Rosy Bindi.
«La situazione debitoria. Il Comune ha fatto ricorso nel 2013 al Piano di Riequilibrio ma non essendo stato ancora approvato ho la possibilità di rimodularlo» – e poi – «mi trovo in situazione in cui su sei responsabili di servizio ne ho solo uno in pianta organica».
Continua il sindaco: «ci sono delle problematiche che non sono mai state risolte, soprattutto nell’Ufficio Tecnico. Di mezzo c’è, in molte delle opere pubbliche, l’intervento dell’Autorità Giudiziaria e in tal senso ho preso già dei contatti con la Procura di Locri che segue queste indagini. Nel rispetto del principio di legalità e di trasparenza cercheremo di risolvere partendo da una rotazione degli uffici e quindi dei responsabili di servizio».
Sui rifiuti dice «la gestione dei rifiuti è stata appaltata dalla SUAP prima del mio insediamento ed è stata affidata a una ditta esterna che sta effettuando il servizio da due mesi ma non con grandi risultati. Abbiamo già fatto delle contestazioni» – poi sulla depurazione – «siamo in consorzio con altri comuni rivieraschi, c’era già in appalto un ingente finanziamento per la risistemazione dell’impianto di depurazione, i lavori sono iniziati il 10 luglio e la situazione sta migliorando tanto che l’ultimo esame delle acque del mare è risultato negativo nel senso che si potrebbe revocare il divieto di balneazione ma stiamo aspettando le controanalisi».
Dopo questo lungo elenco di criticità la presidente della Commissione Antimafia chiede della costruzione dell’adeguamento del tratto tra Bovalino e Bagnara che ha visto l’interessamento di alcune famiglie di ‘ndrangheta.
«Conosco la vicenda per questioni professionali, ho difeso l’Amministrazione Provinciale che è Stazione Appaltante. Il Comune di Bovalino non c’entra su quell’opera perché il tratto di strada interessato da quei lavori è fuori dal territorio comunale».

La parte più interessante è sicuramente concentrata negli ultimi tre minuti di audizioni quando alla domanda esplicita dell’on. Rosy Bindi «durante questa campagna elettorale a lei risulta una presenza o un tentativo di condizionamento da parte delle organizzazioni mafiose?» il sindaco afferma deciso «Presidente, per quanto ci riguarda assolutamente no. Non ho né avvertito né subito delle pressioni. Il nostro movimento è stato volto a un rinnovato modo di fare politica, la prova ne è che io ho 41 anni e sono alla seconda esperienza politica e tutta la mia giunta e i consiglieri della mia maggioranza consiliare sono persone che non hanno nessuna esperienza politica».
E sull’orientamento politico della lista civica Agave dice «siamo un’espressione civica, all’interno ci sono tesserati del PD ma anche di Forza Italia».

Nessun’altra domanda da parte dei membri della Commissione di Palazzo San Macuto. Le telecamere si spengono dopo poco più di dieci minuti di audizione.


📣Iscriviti al canale Telegram: clicca qui!
📣Segui il blog su Facebook: clicca qui!

💳 Fai una donazione: clicca qui!