Cari sindaci, ma cosa aspettate?

[Questo post nasce dalla segnalazione di un cittadino.
Un blog serve anche a questo]

Dal 24 agosto del 2016 il Centro Italia attraversa un momento tragico.
Dalla prima scossa di quel drammatico mercoledì d’agosto quel pezzetto d’ Italia non hai mai smesso di tremare.
Che l’Italia non sia pronta a far fronte a questo tipo di emergenze è purtroppo evidente e ciò, sostanzialmente, a causa di un grande problema: gli edifici non sono costruiti secondo criteri antisismici.
Mancanza di fondi, è vero.
Ma quando lo Stato stanzia i fondi, gli Enti Locali si mettono in moto per riceverli?

Dal 2010 la Presidenza del Consiglio dei Ministri pubblica delle ordinanze che disciplinano la prevenzione del rischio sismico.
Il 21 maggio del 2016 sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato l’Ocdpc n. 344.
L’ordinanza del Capo della Protezione Civile, che attua l’articolo 11 del decreto legge 39 del 2009, in estrema sintesi, stanzia dei fondi alle Regioni che, per mezzo dei Comuni, dovranno, tra gli altri punti, finanziare interventi strutturali di rafforzamento locale o di miglioramento sismico, o, eventualmente, di demolizione e ricostruzione di edifici privati. La Regione Calabria con Deliberazione di Giunta Regionale n. 393 del 2016 ha fissato l’importo dei finanziamenti ad € 3.525.899,12.
Le Amministrazioni Comunali che intendono aderire alla concessione di contributi per l’esecuzione di interventi strutturali di miglioramento sismico o eventualmente di demolizione e ricostruzione di edifici privati dovranno pubblicare un avviso pubblico ed entro il 31 gennaio 2017 l’Amministrazione Comunale dovrà comunicare alla Regione Calabria il nominativo del Responsabile del Procedimento per il bando ed i relativi riferimenti.
Mancano nove giorni alla scadenza ma la Città di Locri, nonostante la segnalazione fatta al Sindaco Dott. Giovanni Calabrese tramite una prima lettera (a cui non è seguita una risposta) spedita il 5 agosto 2016 da un cittadino locrese, ancora non ha individuato il Responsabile del Procedimento ovvero non ha manifestato il proprio interesse.
Una seconda lettera, con la quale si invita il Sindaco a fare presto, è stata inviata ieri.

Con la speranza che tutti i sindaci diano il giusto e doveroso ascolto ai propri cittadini e con la speranza che Locri e tutti gli altri Comuni calabresi (che ancora non l’hanno fatto) si attivino affinché i cittadini non perdano quest’occasione.

Piangere sul latte versato, poi, non servirà a nulla.

AGGIORNAMENTO 30 GENNAIO:
Il Sindaco, tramite avviso pubblico (qui), rende noto a tutti i cittadini che è possibile presentare richiesta di incentivo per interventi strutturali di miglioramento sismico o, eventualmente, di demolizione e ricostruzione di edifici privati.

Lettera 5 agosto 2016

Lettera 20 gennaio 2017


📣Iscriviti al canale Telegram: clicca qui!
📣Segui il blog su Facebook: clicca qui!

💳 Fai una donazione: clicca qui!