Locri, ma la trasparenza? pt.2

“E’ doveroso segnalare alcuni aspetti critici riscontrati nel corso della rilevazione, quali l’incompletezza dei dati riportati nella sezione Amministrazione Trasparente, oltrechè il mancato puntuale aggiornamento degli stessi.”
Così l’OIV (Organismo Indipendente di Valutazione) del Comune di Locri composto dall’avv. Francesco Scruci, dall’ avv. Anna Vitello e dall’avv. Elisabetta Congiusta (secondo la sezione Amministrazione Trasparente del sito istituzionale, facente parte dello Staff del Sindaco in qualità di Vice Capo Gabinetto con supporto alla Segreteria Generale), ammoniva il Comune di Locri in data 19 febbraio 2016 in occasione della conclusione della rilevazione dei dati al fine di elaborare la relazione annuale sulla trasparenza.
Avevamo segnalato già qui la scarsa trasparenza ovvero la mancanza di dati nella sezione Amministrazione Trasparente.
Dati, ripeto, da pubblicare secondo il dettato del Decreto legislativo 33/2013.

L’Organismo Indipendente di Valutazione non si limitò a segnalare le criticità e l’incompletezza dei dati ma dovette redigere la Griglia di Rilevazione seguendo le direttive impartite dalla Delibera 43/2016 dell’Anac (Autorità Nazionale Anticorruzione), presieduta da Raffaele Cantone.
La Griglia analizza alcune Sottosezioni della Sezione Amministrazione Trasparente: Organizzazione, Consulenti e Collaboratori, Enti Controllati, Bandi di Gara e Contratti, Interventi Straordinari e di Urgenza.
Ciò che salta agli occhi sono gli “zeri” (nella valutazione da 0 a 3) che compaiono nella griglia.
Consideriamo la Sottosezione che abbiamo esaminato nel post del 31 ottobre cioè Organi di indirizzo politico-amministrativo:

COMPLETEZZA DEL CONTENUTO: il dato pubblicato riporta tutte le informazioni richieste dalle previsioni normative? (da 0 a 3)
Risultato: 1, 1, 0, 0, 0.
Una montagna di “zeri” anche nella sezione Enti Controllati, più di cinquanta volte “0”.
Un successone!

All’attività di vigilanza, d’ufficio o su segnalazione, potrà seguire un controllo documentale da parte della Guardia di Finanza diretto a  riscontrare l’esattezza e l’accuratezza dei dati attestati dagli OIV, o dalle altre strutture con funzioni analoghe: è quanto recita la Delibera 43 del 2016 dell’Anac.
Eppure molti continuano a sottovalutare l’importanza della Trasparenza e, di conseguenza, a non rispettare il diritto sociale del cittadino alla trasparenza.

A distanza di un mese dall’articolo apparso su questo blog e a distanza di più di nove mesi dalla “segnalazione” dell’Organismo Indipendente di Valutazione, il sito della Città di Locri continua a non osservare le disposizioni del cosiddetto Decreto Trasparenza. E con lui molti altri siti istituzionali delle città locridee.

Nell’indifferenza, tutto rimane così com’è.


📣Iscriviti al canale Telegram: clicca qui!
📣Segui il blog su Facebook: clicca qui!

💳 Fai una donazione: clicca qui!

2 pensieri riguardo “Locri, ma la trasparenza? pt.2

I commenti sono chiusi.